Image description

About us

Per rispondere alle esigenze del cyber business management ci siamo specializzati nelle migliori tecnologie nel campo dell’intelligenza artificiale con l’impiego del machine learning e del deep learning, integrate a soluzioni Cloud con i migliori fornitori del settore per garantire le risorse infrastrutturali necessarie ai nostri Partner.

Tecnologia

Uno degli aspetti principali è che impieghiamo un machine learning non supervisionato, quello che lo caratterizza è la capacità di non avere bisogno di input umani per la lettura dei dati e l’identificazione di modelli e tendenze. Al contrario il machine learning supervisionato ha bisogno dell’interazione umana per interpretare i dati, affidandosi quindi all’esperienza o all’intuizione di chi lo impiega.Il machine learning non supervisionato è un valore determinante perché porta a superare il limite della capacità umana e consente di scoprire nuove relazioni fra i dati precedentemente sconosciute.

Lavoriamo con algoritmi unici di machine learning non supervisionato che ci consentono di produrre un incredibile numero di elaborazioni finalizzate a definire in modo indipendente relazioni, schemi e modelli validi.

Applichiamo il teorema della probabilità delle cause con alcune variazioni per definire un metodo di apprendimento che attraverso l’approccio probabilistico avanzi in modo indipendente.

Nel campo della cyber business management utilizziamo il MONSTAIN ME.SI.DE. SYSTEM la tecnologia di intelligenza artificiale più avanzata per assicurare ad ogni organizzazione un livello professionale per la protezione e la crescita della propria reputazione, dei propri marchi e per il loro controllo e sviluppo nell’era digitale.

Machine Learning:

o apprendimento automatico, è un elemento di come si compone l’intelligenza artificiale che si sviluppa attraverso svariati modelli statistici con una progressione scalare per identificare e validare, schemi e modelli all’interno di grandi quantità di dati.

Deep Learning:

appartiene sempre al ramo dell’apprendimento automatico ed è una tecnica basata su reti neurali artificiali organizzate in diversi strati, quindi abbiamo un’elaborazione a cascata, dove ogni strato calcola i valori per quello successivo affinché l’informazione venga elaborata in maniera sempre più completa, l’analisi dello strato è non supervisionata mentre quella di classificazione è supervisionata. Un esempio di applicazione operativa è dato, dall’identificazione di diversi parametri nei contenuti multimediali che ci consentono di individuare e interpretare gli interessi degli utenti online.

Machine Learning "non supervisionato":

prevede l’impiego di algoritmi avanzati per determinare nuova conoscenza con l’indipendenza dall’intervento umano.

Teorema della probabilità delle cause:

Il matematico britannico Thomas Bayes propone il teorema per identificare attraverso la probabilità le cause che possono determinare un evento.

Prodotti

Serenest Cloud

Serenest Cloud è una piattaforma che gestisce le soluzioni Serenest ed è frutto di un lavoro di ricerca decennale in costante evoluzione e miglioramento.

Il suo cuore e principale risorsa è il MONSTAIN ME.SI.DE. SYSTEM l'avanzata tecnologia di intelligenza artificiale che impara autonomamente e gestisce in modo attivo da protagonista la cyber business management di ogni organizzazione.

La piattaforma consente l'impiego di specifici moduli indipendenti che svolgono azioni mirate in autonomia. I moduli definiscono gli usi e le applicazioni di Serenest Cloud, adattandosi a specifiche esigenze.

Servizio on demand.

Serenest Cloud è un servizio on demand basato sulla tecnologia più avanzata di Cloud Computing che consente di accedere a dati, applicazioni e servizi tramite Internet con la massima sicurezza, semplicità e velocità. Il modello Cloud elimina la necessità di costosi componenti hardware, e offre una capacità di operativa da qualsiasi luogo.

Perché il Cloud?

La risorse necessarie per l'intelligenza artificiale rendono necessario l'impiego di personale altamente qualificato e strutture apposite, con protocolli di aggiornamento e manutenzione dei sistemi dell’infrastruttura tecnica estremamente complessi. L’obiettivo di Serenest era di rendere questa tecnologia facilmente impiegabile da qualsiasi organizzazione, per questa principale ragione abbiamo optato per un modello di fornitura in Cloud.

una soluzione completa

Dashboard per tutte le informazioni

Panoramica globale real-time dell’organizzazione

Visualizzazione segnalazioni e avvisi di rilevamento minacce

Raggruppa in modo intelligente le operazioni eseguite

Ricerca registri ed eventi

Ricerca e classificazione storica

Progettato per manager aziendali e analisti

Monstain

Me.Si.De. System

MONSTAIN ME.SI.DE.SYSTEM è la tecnologia che consente di definire uno standard di ricerca, identificazione, apprendimento e intervento all’interno del mondo digitale per la cyber business management. Si articola in tre moduli configurati in base alle esigenze

Meside

Nata dall'applicazione di modelli di apprendimento automatico e di apprendimento approfondito questa nuova classe di tecnologia ha determinato uno strumento fondamentale per il miglioramento e la difesa di un’organizzazione immersa in una nuova era di veloci e imprevedibili cambiamenti del sistema di Internet. La tecnologia è incredibilmente complessa e si adatta continuamente a nuove forme di dati, in costante mutazione e in continua definizione di modelli più accurati, è lo strumento più avanzato per il cyber business management. Il processo di analisi MONSTAIN è utilizzato per definire un percorso operativo nell’ambito dello studio dei BIGData. Il quale viene connesso ad una funzione reattiva. L'intelligenza artificiale rappresenta un'opportunità significativa per ogni organizzazione per migliorarsi e difendersi all'interno della rivoluzione digitale. In questo momento ogni organizzazione è esposta a centinaia di migliaia di cambiamenti, interazioni, tendenze e azioni ogni giorno, le quali generano grandi volumi di informazioni impossibili da analizzare con le sole capacità umane. Uno degli strumenti di intelligence più importanti per molto tempo è stato la raccolta, l'organizzazione e l'analisi dei dati strutturati per la pianificazione di strategie a supporto dell'azione decisionale. Le tecniche si sono evolute e perfezionate nel tempo ma non sono più sufficienti in un ambiente dove i cambiamenti possono essere rapidi e radicali. Servono nuove tecnologie, capaci di aumentare il grado di efficacia, il controllo di un'organizzazione, ma soprattutto che riescono ad agire velocemente per fornire gli strumenti di intelligence necessari. L'intelligenza artificiale è una soluzione essenziale per affrontare il presente ed il futuro.

Il processo di analisi MONSTAIN applicato:

1

Identifica e classifica

La sua prima regola è capire e distinguere cos'è conosciuto e cosa non lo è identificando e classificando gli schemi e le deviazioni all’interno di enormi quantitativi di dati.

2

Definisce la Probabilità

La seconda regola è definire la probabilità e la natura degli schemi e delle deviazioni per attivare autonomamente specifiche azioni.

3

Registra il risultato

La terza regola è registrare il risultato di un’azione e migliorare la sua esecuzione alla successiva attivazione.

monitoring

Si occupa principalmente di monitorare, raccogliere e organizzare le informazioni. Tutte le informazioni raccolte sono trasformate in dati grazie agli avanzati algoritmi dell'intelligenza artificiale. I dati vengono archiviati all'interno di una rete di data Centre disposti in diverse località del mondo, l'archiviazione avviene secondo diversi approcci per favorire l'applicazione della tecnologia nell'individuazione di diversi modelli, schemi o relazioni fra gli stessi. È possibile distinguere le fasi operative in monitoring esterno e monitoring interno.

1

Monitoring esterno

Nel caso del monitoring esterno il target operativo sono i contenuti pubblici di giornali, riviste, blog di informazione, gruppi di discussione, open data governativi o para governativi, enti, istituzioni e organizzazioni siano private o pubbliche, società o istituti di divulgazione pubbliche o private e social network.

2

Monitoring Interno

Il monitoring interno di un'organizzazione considera come Target operativo le e-mail in entrata e di uscita, i messaggi istantanei, i registri di utilizzo e navigazione di dispositivi connessi alla rete, le conversazioni vocali e non attraverso dispositivi con accesso alla rete.

Defense

Progettato specificamente per la difesa degli asset immateriali di un’organizzazione come, il brand e la reputazione che rappresentano un patrimonio intangibile di enorme valore che oggi è seriamente minacciato dalle dinamiche della rivoluzione digitale. La rete può essere un amplificatore e ha amplificato la capacità di aggressione della singola minaccia, ciò che prima risultava come un caso isolato di minaccia più facile da gestire e con scarsa capacità di organizzazione, nell’era di Internet può diventare un fenomeno di dimensioni imprevedibili grazie alle facilitate dinamiche di organizzazione, di informazione e soprattutto alla capacità virale. Il rischio attuale di una minaccia o di un’aggressione all’intento di Internet, è caratterizzato dall’elevata capacità di organizzazione e di espansione che può determinare dinamiche virali molto più difficili da limitare e contenere che possono generare danni significativi e inaspettati. Il DEFENSE ME.SI.DE. sfrutta l’intelligenza artificiale del MONSTAIN ME.SI.DE. SYSTEM per identificare e classificare le potenziali minacce all’interno della rete in tempo reale. Il processo di classificazione iniziale avviene secondo un’analisi supervisionata che gradualmente si trasforma in un processo automatico. Contemporaneamente al rilevamento della minaccia, effettua la segnalazione all'interno di Serenest Cloud per i manager e gli analisti. Attraverso l’approccio probabilistico ricerca le potenziali dinamiche di espansione della minaccia attraverso un sistema di algoritmi che determinano il grado di potenziale pericolo di un evento. Questa particolare azione consente di identificare con quali modalità e dove la minaccia può espandersi, dati essenziali per poi procedere con un’analisi di gestione. Basandosi poi sulle informazioni raccolte vengono definiti protocolli di azione autonoma e/o assistita per ridurre il danno potenziale di una minaccia e di conseguenza dei rischi:

1

Eventi o Fatti negativi

2

Disinformazione

3

Brand Surfing

4

Furto di informazioni

La prima minaccia per ogni organizzazione è rappresentata da quello che può succedere al suo interno: l’errore umano, i guasti tecnici, pratiche di business non sostenibili, vicende giudiziarie, carenza di innovazione e aggiornamento, crisi e conflitti. Tutte queste opzioni possono determinare conseguenze significative e danneggiare gli asset intangibili di un’organizzazione, in particolare con le dinamiche di viralità di Internet e in mancanza di soluzioni che possano anticipare o addirittura contenere il fenomeno.

Può assumere diverse forme e viene utilizzata principalmente per danneggiare in modo diretto o indiretto un’organizzazione. L’obiettivo può essere semplicemente di tipo commerciale o alcune volte di vantaggio sociale. Alcuni esempi: Immagini false - recentemente è una delle tecniche più utilizzate e si verifica con la manipolazione delle immagini o addirittura associando immagini di altra provenienza ad un’organizzazione. Fatti falsi - vengono utilizzate informazioni predisposte accuratamente per attaccare un’organizzazione. Negazione - vengono attaccati fatti veri con affermazioni che ne screditano la loro veridicità

questo si verifica quando un concorrente utilizza la reputazione o in generale il posizionamento di un’organizzazione a beneficio della propria per raggiungere cluster di clienti specifici.

attraverso diverse tecniche è possibile fare in modo che i membri diretti di un’organizzazione condividano informazioni in modo del tutto inconsapevole.

l’uso coordinato di più siti web per rilanciare un’azione di disinformazione.
l’impiego dei social network, spesso coordinato con siti web, per aumentare la diffusione di un’azione di disinformazione.
coinvolge l’organizzazione o i marchi della vittima - (vengono rubate informazioni di varia natura sfruttando l’organizzazione, le denominazioni dell’organizzazione, i marchi o altro. Si tratta di un'attività illegale che sfrutta una tecnica di ingegneria sociale, il malintenzionato effettua un invio di messaggi -di diverso tipo- che imitano, nell'aspetto e nel contenuto, messaggi legittimi per ottenere risposte con informazioni riservate.)
è una strategia di attacco, in cui la vittima appartiene a un determinato gruppo -in questo caso l’organizzazione stessa- . (In questo attacco, il malintenzionato individua quali siti web, pagine o social network il gruppo utilizza con più frequenza e posiziona in uno o più di essi specifiche “trappole” camuffate per essere ritenute legittime. Anche in questo caso vengono rubate informazioni riservate.)
viene utilizzato per più scopi: (i) per confondere i dipendenti di un’organizzazione e mappare la sua struttura attraverso la creazione di contenuti ingannevoli acquisendo per esempio i loro dati personali e successivamente proseguire con altre pratiche illegali come quelle menzionate precedentemente. (ii) più frequentemente viene utilizzato per azioni di sabotaggio e/o di attacco, facendo in modo che contenuti negativi e/o lesivi vengano associati all’organizzazione o ai marchi della stessa.

Certamente oggi uno dei problemi più importanti per molte organizzazioni è dato da un evento o un fatto negativo che può essere causato per molte ragioni, come una carenza di controllo oppure una leggerezza commessa dai membri dell’organizzazione, questo tipo di fenomeno avviene molto spesso inaspettatamente e può causare danni considerevoli se non viene gestito in modo efficace. In particolare attraverso Internet, perché a differenza degli altri media come l’editoria, le informazioni presenti su Internet e quindi l’immagine rappresentata non è cancellabile, l’unico rimedio esperibile è la modifica attraverso svariate iniziative e procedure. Questo indica quanto sia importante il tempo di risposta e quindi di difesa ad un fenomeno simile. Un’altra tecnica che ha creato un’enorme problema è la disinformazione, molto spesso utilizzata per vantaggi sociali o economici le organizzazioni vengono aggredite inaspettatamente attraverso la diffusione di materiale dal contenuto negativo o che distorce la realtà. Questa tecnica in passato era meno efficace, oggi attraverso la rete ha moltiplicato esponenzialmente la sua forza sia in termini di velocità che di penetrazione. Le conseguenze della disinformazione sono sia dirette che indirette, dalla perdita dei propri clienti, fino alla perdita di investitori. Non meno pericolose le reti dei social network che oggi rappresentano uno strumento per penetrare i sistemi di un'organizzazione e rubare informazioni e dati sensibili, si stimano centinaia di violazioni al minuto. Per citare alcuni dati The Level Breach Index ha recentemente identificato i social network come il principale canale utilizzato per rubare informazioni o identità, che poi vengono sfruttate per svariati fini illegali o/e eticamente scorretti. Questo rappresenta un pericolo per i membri di un’organizzazione perché sia per lavoro che nel loro quotidiano sono esposti inconsapevolmente alle dinamiche dei social network e di conseguenza alle vulnerabilità che determinano. Un'altra tecnica pericolosa per l'organizzazione nell'era di Internet è l'utilizzo malevolo degli “hashtag”. Esistono per l'appunto svariate tecniche che consentono di infiltrare un'organizzazione e mappare in modo invisibile, la struttura, le relazioni, il personale dipendente o i clienti. Questo tipo di tecnica viene utilizzato per poi sfruttare le informazioni ottenute per diverse finalità. Un altro pericolo connesso all’ hashtag è quello relativo al sabotaggio e alla disinformazione, infatti è possibile produrre e diffondere informazioni di varia natura con a bersaglio l’organizzazione utilizzando gli “hashtag” specifici. In questo la tecnologia di Serenest è leader nella difesa e nella ricerca delle minacce e delle potenziali aggressioni per qualsiasi organizzazione.

Hashtag

All'interno di internet, siti, portali, social network; l’hashtag è un modo di associare contenuti di ogni tipo a specifiche tematiche o interessi. La loro funzione positiva è di rendere più facile e veloce per gli utenti ricercare e trovare contenuti in relazione a specifiche tematiche o a specifici interessi. La loro funzione negativa assume diverse forme in base agli obiettivi, gli esempi più comuni sono la mappatura, e quindi l'identificazione di un gruppo specifico di utenti. Lo stesso successivamente viene colpito con diverse tecniche che hanno molteplici obiettivi, dal furto di identità e informazioni alla disinformazione. Oppure la contaminazione o sabotaggio non solo dello specifico gruppo di utenti ma potenzialmente anche di altri gruppi di cui gli utenti fanno parte.

Marin

MARIN è la soluzione più avanzata, per la cyber business management di un’organizzazione. Gestisce le azioni di supporto al mantenimento e alla crescita in rete degli asset intangibili, come la reputazione e il brand, sono un patrimonio strategico estremamente difficile da preservare e costruire, in particolare attraverso le dinamiche e le dimensioni di Internet. Può controllare e gestire migliaia di processi attivi contemporaneamente grazie ad algoritmi avanzati e risorse infrastrutturali con capacità ai massimi standard. L'intelligenza artificiale rende possibili azioni che sarebbero impossibili da gestire a livello umano se non attraverso l'impiego di un quantitativo di risorse impraticabile in termini economici ed operativi. Il ruolo di MARIN è quello di supportare un’organizzazione all’interno di Internet attraverso micro azioni organizzate. Utilizza in modo autonomo i sistemi di comunicazione esistenti nella rete per diffondere contenuti e per generare interazioni dirette ed indirette in relazione agli obiettivi.

Pianificazione della strategia:

1

Elabora

Elabora le informazioni che vengono raccolte e organizzate dal modulo MONITORING ME.SI.DE. imparando a identificare le potenzialità di sviluppo all’interno di Internet.

2

Individua

Individua e classifica i possibili target e micro target.

3

Misura

Misura le dimensioni e il mercato d’interesse.

4

Definisce

Definisce le azioni di maggiore efficacia da perseguire per raggiungere il target.

5

Predispone

Predispone una mappa generale delle operazioni.

6

Revisiona

Consente la revisione del piano strategico.

7

Esegue

Esegue la strategia.

Verifica e validazione della strategia:

Questo processo viene anche definito “functional loop” poiché viene eseguito a ciclo continuo.

1

Verifica l’esecuzione della strategia in tempo reale

Verifica l’efficacia delle azioni sul target. Verifica la corretta esecuzione delle operazioni. Raccoglie lo stato di avanzamento ed i risultati

2

Analizza e perfeziona la strategia in tempo reale

Analizza le possibili variazioni del target e di conseguenza del mercato d’interesse. Modifica e adatta la strategia perfezionando le azioni.

Settori:

Ambiente

Comunicazioni

Servizi finanziari

Reatil e distribuzione

Energia

Healthcare

Oil & gas

Chemicals

Trasporti


Contatti

Per informazioni sulle soluzioni Serenest. Verrai ricontattato da un nostro responsabile commerciale.

Ai sensi degli articoli 13 e 23 del D.Lgs 196/2003, dichiaro di aver preso visione dell' informativa relativa al trattamento dei miei dati ed esprimo il consenso al trattamento degli stessi da parte di Serenest (Italy) S.r.l. per gli scopi indicati nell'informativa di cui sopra e in particolare al trattamento dei dati personali al fine dell'erogazione dei servizi riservati agli utenti registrati.


© 2019 Serenest S.r.l. P.Iva 02529830222 All Rights Reserved. | Privacy | Terms